Buone feste a tutti gli amici della Hope Running

Potremo dire tante cose sulla nostra associazione o semplicemente potrei elencare tutto quello che abbiamo fatto solo in un anno. E di cose, ve l’assicuro, ne abbiamo fatte tante.

Ma quello su cui voglio soffermarmi sono però le emozioni che abbiamo provato.

Insieme, abbiamo riso di gioia guardando quante persone ci hanno dimostrato di credere ai nostri valori, alle nostre raccolte fondi partecipando alle nostre corse benefiche, al Trail delle Colline, ai tutti gli eventi collaterali.

Insieme, abbiamo faticato, passato notti insonni a lavorare, programmare. Insieme abbiamo anche pianto e visto piangere, ma abbiamo anche toccato con mano che è proprio dalle grandi sofferenze che nascono le azioni più belle. Tante volte ci siamo chiesti se ci trovavamo sulla strada. E io credo che la strada giusta l’abbiamo imboccata perché abbiamo avuto la fortuna di incontrare persone buone e associazioni che condividono con noi gli stessi valori. Valori che noi amiamo trasmettere attraverso lo sport ed in particolare la corsa. E solo camminando e correndo gli uni accanto agli altri che possiamo abbattere qualunque barriera, che possiamo diffondere il messaggio che tutti siamo uguali nella nostra diversità, che possiamo far capire che la disabilità non è una malattia da guardare con sospetto e che insieme si vince sempre.

Questo 2019 ci ha portato tanti piccoli, ma per noi grandissimi traguardi. Traguardi che useremo come punto di partenza per le attività del 2020, che sarà ancora più ricco e intenso dell’anno che sta per concludersi. Buone feste a tutti voi

Giovanni Mirabella – ASD Hope Running Onlus

500 bambini dai Babbi Camionari. 500 sorrisi di felicità

<< Se dovessi fare un bilancio della giornata di oggi, direi sicuramente che è andata oltre ogni aspettativa. Più di 500 bambini sono venuti a trovarci al foro Boario per fare un giro con i Babbi Natale Camionari. Ho visto tanti sorrisi sui loro volti mentre bevevano la cioccolata calda insieme ai genitori e i loro occhi erano pieni di gioia quando erano seduti accanto ai nostri autisti, sui camion. Emozioni del genere non si dimenticano. Come non possiamo nemmeno dimenticare la generosità che da sempre ci dimostrate, in ogni occasione. Oggi, grazie a tutti voi, abbiamo raccolto 981,95 euro che andranno tutti in beneficenza. In ogni caso, credo che non saremmo riusciti a raggiungere un risultato del genere se non fosse stato per grande lavoro di squadra. Il mio ringraziamento va anche, e soprattutto, alle associazioni Gli Amici dei Vigili del Fuoco Volontari di Chivasso, al Comitato Festeggiamenti Santa Margherita di Betlemme, a Twister, alla Centrale del Latte e a tutti i ragazzi che ci hanno messo a disposizione i camion ed al Comune di Chivasso. Vi aspettiamo ai nostri prossimi eventi! >>

Giovanni Mirabella – ASD Hope Running

La carovana dello Sport Integrato

I tempi cambiano ma non cambia il valore di una stretta di mano.
Il nostro presidente Giovanni ha partecipato all’evento conclusivo della #Carovanadellosportintegrato promosso dallo #Csen affinché lo sport diventi uno strumento di integrazione e inclusione sociale e culturale per tutti.

Condividiamo lo spirito di Csen e insieme collaboreremo per migliorare sempre di più quello che già facciamo.
Qui con il Coordinatore Regionale Gianluca Carcangiu

#hoperunning #insiemesivincesempre #sport

#stopviolence

Vi siete mai chiesti cosa prova una donna ad essere violentata, molestata, picchiata, maltrattata, considerata un essere insignificante da un uomo o, peggio ancora, dal proprio uomo?
C’è che solo quest’anno, le donne uccise nel mondo per la mano folle di un uomo sono state 137, una ogni 72 ore. C’è che una donna su tre, almeno una volta nel corso della sua vita, ha subito una molestia da parte di un parente o di uno sconosciuto. C’è che non basta una Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne per cancellare i segni delle botte, delle ferite dell’anima, del senso di colpa. Non basta e non serve per riportare in vita una vittima.
Noi di Hope Running siamo convinti che la violenza sulle donne vada combattuta ogni giorno, con azioni concrete, piccoli gesti quotidiani, con forme di tutela e protezione, ma soprattutto prevenzione. Senza perdite di tempo.

Le parole del #cuore

Lessenziale è invisibile agli occhi ripeté il piccolo principe, per ricordarselo…

Stasera vorrei dedicare le mie parole a una persona speciale. Una persona poco appariscente e silenziosa, ma che ha saputo attirare la mia attenzione : #Hope.
Circa un anno fa, i nostri sogni si sono incontrati, si sono riconosciuti, si sono sommati fino a dar vita a #Hope.
A #Hope io devo tanto, c
on lei, ho trovato il coraggio di vincere i miei dubbi e le mie perplessità. In un mondo dove l’egocentrismo trionfa, ho incontrato l’anima e il cuore di Hope, la sua generosità e la sua capacità di prendere per mano gli altri.
La #Hope si è accorta che avevamo lo stesso sogno, che condividevamo lo stesso pensiero, quello di credere fino in fondo nel cuore delle persone, nel cuore di un team che batte, che si affatica, che lotta fino all’ultimo grammo di forza interiore in nome della speranza. Un team che corre, che lavora, che si divide, si moltiplica come se fosse una magia.
Hope crede che il mondo sia un luogo duro e ostile ma soprattutto un mondo per cui vale la pena di vivere, correre, credere in un grande obiettivo: #includere tutti , nessuno escluso.

Hope è un sogno  mi ha donato generosamente una giusta causa in cui credere. Una causa che abbiamo costruito insieme, nel modo più straordinario e magico che esiste. Io credo nella bellezza che salva il mondo e il mio mondo, Hope ha iniziato a salvarlo, mi ha donato quello che a me manca : l’ambizione, spronandomi sempre a non dubitare di me. Nessuno ha saputo credere in me come Hope, lo ha fatto talmente tanto che adesso non so più dire dove finisce lei e dove inizio io.

Con tutto l”affetto che ho

Madda

I ritmi della vita

C’é una grande similitudine tra chi corre negli eventi podistici e gli eventi della vita: il passo ed il ritmo che ognuno tiene. Nelle gare, come nella vita di tutti i giorni, c’é chi Corre e chi Cammina, c’è chi pedala con le braccia e chi con le gambe. Eppure la cosa sorprendente è che non esiste un ritmo giusto, i tempi e le modalità non possono, e non devono, essere gli stessi per tutti.
L’unica cosa importante è sentirsi sulla strada giusta. Avere un proprio ritmo, da unire a quello degli altri.

Ieri a Borgaro abbiamo fatto proprio questo. Eravamo sintonizzati su obiettivi comuni: di solidarietà verso chi lotta quotidianamente con i propri limiti, di reciproco aiuto e di condivisione. Lì, gli uni accanto agli altri, abbiamo dato vita ad una collettività, siamo diventati un’unica forza. Ed è per questo che siamo convinti che #insiemesivincesempre.
La Hope Running ha partecipato al Corri & Cammina con il sorriso più bello e con l’unico scopo di far volare i propri sogni spinti dal vento della speranza. Eravamo liberi ma insieme, uguali nella diversità, proprio come i palloncini colorati lanciati in cielo in memoria di Vincenzo.