L’inclusione è un sistema di pensiero

Quanto è facile parlare di inclusione ma quanto in realtà le persone con disabilità sono escluse? La risposta sempre troppe.

L’inclusione vera non è un’utopia, è un sistema di pensiero, è entrare in nuove ottiche e guardare il diverso da se stesso come se stesso.

Tutti siamo nati diversi, la diversità non è una condizione fisica, ma di genetica, antropologica, di storia e di memoria. La diversità arricchisce solo quando include e si è inclusi, perché è uno scambio biunivoco, è una necessità osmotica, senza la diversità, non esisterebbe nemmeno la terminologia, la distinzione ma solo e sempre le persone!

Maddalena Cenvinzo #TeamHope

img_4528

Inclusione attraverso lo sport

Utilizzando lo sport come strumento per attivare processi di inclusione sociale (modello più sofisticato e complesso). “Inclusione attraverso lo sport”, dove lo sport diviene concreto strumento per promuovere l’integrazione di soggetti svantaggiati grazie allo sviluppo di reti sociali a livelli ecologici diversi. Una sfida centrale in questa seconda accezione di sport che include appare quella di inserirsi nei tessuti comunitari e territoriali degli utenti ai quali i progetti si rivolgono a minori a rischio di marginalità sociale, soggetti diversamente abili, fasce marginali della popolazione adulta, anziani soli.)

Maddalena Cenvinzo #TeamHope

benefici-dello-sport-integr
BENEFICI DELLO SPORT INTEGRATO